HOME - IL CLUB - LE REGATE - ALBO D'ORO - LE NEWS - FOTOGALLERY - CONTATTI - LINKS - ISCRIZIONI - SITEMAP



dove siamo

  LE NEWS  
 
"SCIGNORIA" 

COPPA MONTALLEGRO luglio 1965: sulla spiaggia di sabbia finissima antistante la rossa palazzina della LNI sezione di Rapallo sono allineate le imbarcazioni F.J e dinghy che aspettano la partenza alla regata (organizzata a Rapallo in occasione della festa del patrono) che Cipy Cuneo - Presidente di Giuria - darà dalla terrazza sovrastante il circolo con colpo di cannone, preceduto dal conteggio alla rovescia con il tabellone dal quale - ad ogni minuto - viene tolto uno dei cinque dischi
Non regato più sul dinghy , ormai ho un FJ Alpa bianco e azzurro, ma non posso non notare un fiammante dinghy  Scignoria la cui proprietaria è una bellissima ragazza bruna accompagnata dai genitori che si prodigano in molte raccomandazioni e consigli.

 

1-2 Giugno 2008 ore 6,45 Sono passati quasi quarantatrè anni e circa dove l’ avevo vista la prima volta ( la palazzina rossa a la spiaggia con la sabbia non ci sono più !!) sto legando Scignoria sul carrello per partecipare a Voltri alla regata dei dinghy classici, organizzata dal Circolo U. Costaguta.

Tay mi ha imprestato Scignoria ma il trasporto via terra delle barche mi ha sempre preoccupato e quindi le operazioni di carico sul carrello e di legatura si protraggono per circa una quarantina di minuti.

Finalmente alle 7,30- controllate le luci frecce - si parte. In autostrada soste nelle aree di servizio per verificare che sia tutto a posto e alle 8,20 si arriva a Voltri.

Il circolo mi sembrava sulla spiaggia ma ora è tutto cambiato! Dopo aver percorso in senso unico la strada che costeggia il mare sbuco al Circolo Ugo Costaguta , a cui - con il Circolo Vela Pegli – sono legati tanti ricordi di regate !

Mentre scopro la barca mi sento chiamare: ma sei Vincenzo quanti anni sono passati…..! Sono gli amici di quarant’anni fa.

Piano piano arrivano tutti : Giuseppe e Filippo La Scala, Fabio Mangione, Pino De Marte, Titti Carmagnani, Fabio Fossati, Stefano Pizzarello e il timido Comandante Alati della cui cameratesca presenza nessuno si accorge…..: e mentre tutti gli altri giungono armo lentamente e un po' preoccupato Scignoria che ormai è sulla caratteristica ( di sassi come mi piace ) spiaggia del Circolo Nautico U. Costaguta.

Delle due vele che mi sono portato ( da vento medio-leggero/onda e vento forte e mare piatto condizioni tipiche di Voltri ) scelgo la prima con un sospiro di sollievo.

Scignoria senti: oggi va bene  cosi!

Si va in mare per la prima prova e come al solito incomincio a leggere le istruzioni.

Scignoria  non c’ è scarto! e a me fare il ragioniere non dispiace; cercherò di non prendere rischi in partenza, poi navighiamo liberi in mezzo - un bordo di qua uno di la’-   e vediamo cosa succede! Sono un po’ stundaio ma non avere paura le barche le rispetto e le tengo bene.

Dopo una partenza e prova annullata nelle quale il timido Comandante era primo si torna alla linea e si riparte.

Questa volta un ventino sui due o tre metri da 230 sembra essere costante.

Parto mure a destra giro subito mure a sinistra passando - lanciato - dietro a Fabio Mangione e e a Titti. Sulla vela compare un brutta piega ; tiro il caricabasso ma invece tiro il vang rifaccio la manovra corretta e la piega resta.

Guardo le altre barche stupefatto.

Scignoria facciamo fumo, chi se frega della piega, andiamo mure a sinistra ..e-se da ancora due o tre gradi di scarso - vedrai che quando giriamo…

Sopravvento mure a sinistra cadono tutti : chi non cade è Giuseppe che cammina e stringe. Alla virata Giuseppe risponde prontamente e tutti e due andiamo per boa con Fabio M. sopravvento ma leggermente dietro.

 
Scignoria cosa c’ è cos’è che non va? non andiamo più come prima? Giuseppe esce e Fabio (Mangione ) va di più! sarà la maledetta piega sulla randa. !!??
 

Tiro mollo scambiando, come al solito il vang con il caricabasso, ma la piega resta sempre. Con margine gira primo Giuseppe dopo una bolina perfetta : sono secondo con Fabio Mangione attaccato e subito dietro Titti,Alfio,Renzo e Fabio ( Fossati ). In poppa strambo per cercare un refolo più forte vicino a terra ma Fabio (Mangione ) mi supera e gli altri si avvicinano; la strambata per cercare il vento più vicino alla costa è stata proprio un colpo di astuzia!

Giuseppe è primo con largo margine alla fine del primo giro, Fabio M secondo ; attacco la bolina nei rifiuti di Fabio e……

Scignoria cosa stai facendo : ci alziamo siamo più veloci di Fabio M dai portiamolo fino quasi alla linea per la boa poi di colpo viriamo; dai che facciamo ancora fumo!!

Sulla virata vado per boa e ho preso qualche metro preziosissimo a Fabio M mentre Giuseppe molto sopravvento è irraggiungibile e naviga tranquillo verso la meritata vittoria della prova.

Primo Giuseppe, sono secondo dopo aver conteso l’ ingaggio in boa prima del laschetto a Fabio M.,

che è terzo, quarto Titti, quinto Renzo,sesto Fabio F, settimo Pino.

Scignoria poteva andar peggio con quella brutta piega sulla randa! Il picco si piega troppo?, la drizza non riesco a metterla   in forza e si allunga?…invece del vang tiro il caricabasso … scusa dopo tanti anni non ho ancora capito come si levano le pieghe!

Seconda Prova: grande partenza del Comandante che nella precedente era andato a stamparsi sulla boa.Parto male nei rifiuti di Renzo poggio violentemente mi volto sto uscendo.

Scignoria non ci posso credere voliamo!

Giuseppe ci passa di poppa mure a destra con dei problemi al picco rivira mentre sopravvento sono Alati, Fabio Fossati,Pino De Marte e sottovento e avanti sono Titti e Alfio e Fabio Mangione.

 

Scignoria dobbiamo virare prima delle barche sottovento e possibilmente senza farci coprire da quelle sopra: in terra c’ è meno vento e poi forse incomincia a oscillare bisogna stare attenti ed essere anche fortunati; comunque niente bordi a bagas… stiamo in mezzo.

Il vantaggio di Fabio Fossati e del Comandante è cospicuo mentre alle loro spalle le posizioni sono quanto mai incerte. Passo dietro a Titti, a Fabio Mangione ad Alfio e Pino De Marte e vado per boa. Al primo scarso viro e noto che mi sono avvicinato a Titti e a Fabio M e che forse ho superato Alfio.

In poppa sono quinto dietro a Fabio, Giulio Comandante, Titti, Fabio M, e ho superato di una lunghezza Alfio.

In poppa Alfio passa e inizio la bolina sesto mure a sinistra nei rifiuti delle barche che mi precedono.

Scignoria sai cosa facciamo ? un bordo mure a destra di 50 metri per toglierci dai rifiuti poi rigiriamo a sinistra e- visto che a Te piace di più - scarico tutta la Tua velocità.

Senza andare troppo in terra dove mi sembra ci siano buchi di vento e poi “andiamo su” girando sugli scarsi.

Dietro di noi Filippo La Scala esegue la stessa manovra posizionandosi trenta metri dietro e sopravvento.

Al primo incrocio abbiamo superato Fabio M. Alfio e Titti e giro mure a dritta notando che mi sono avvicinato al Comandante e Fabio Fossati. Rigiro, mure a sinistra , in terra e vedo che sottovento e avanti a me Filippo La Scala forse ha la possibilità rimettendosi mure a destra di essere primo.

Infatti con una bolina perfetta è primo, secondo sono io, terzo è Fabio Fossati, quarto Titti.

In poppa Fabio Fossati supera Filippo e il sottoscritto e termina primo davanti a Filippo.

Sono terzo contenendo lo sprint di Titti che mi arriva sullo specchio di poppa. Quinto il Comandante seguono Alfio e Renzo.

Molto staccati sono Fabio Mangione e Giuseppe La Scala, condizionato dai problemi al picco dopo la partenza.

Scignoria hai visto.!; abbiamo fatto i ragionieri… abbiamo la piega sulla randa…… ho tirato tutta la regata il vang invece del caricabasso…… ma siamo primi.!!

In classifica c’ è Principe a due punti: una cosa domani è certa: non pensare che non regatiamo!!

Con me, se sono primo e ci sono quattro regate in programma- succede che si regata sempre: se invece ho fato una regata male il giorno dopo niente o troppo vento.

D’ altronde siamo venuti a regatare!

Al rientro la solita calorosa accoglienza del circolo Nautico U.Costaguta sia per quanto riguarda l’ alaggio delle barche prese “ di peso” dal mare e posate sui cartellini da sette otto persone per dinghy sia per il rinfresco offerto- come al mattino- con tanta simpatia.

Il timido Comandante si informa del menù della cena ed a me non resta che scusarmi di non poter essere presente per precedenti impegni presi in famiglia.

 
2 Giugno: ventino pioggia assenza di vento: sistemo Scignoria che è prima sullo scivolo e sono certo: si regata. !

Dopo le solite chiacchere ed essermi intrattenuto con il mio amico “ Nello “ ricordando le regate sugli FD, si va in mare.

Vento debolissimo boa per 140 al via magnifica partenza di Fabio Fossati mure a sinistra: come è giusto che sia mi si stampa sulle vele e vicino a me ho Alfio che è uno che a passarTi ci mette un attimo!

Il vento ruota a levante e agevola il controllo di Fabio Fossati che gira – meritatamente – primo.

Secondo sono io terzo è Alfio a due o tre lunghezze.

Scignoria: Fabio con la rotazione del vento non lo prendiamo più: stiamo attentissimi ad Alfio e cerchiamo di arrivare secondi; se va come dico abbiamo ancora un punto di vantaggio potrebbe andare via il vento….e allora ce l’ avremmo fatta.

La regata con la rotazione definitiva del vento finisce con primo Fabio Fossati, autore di una prova perfetta, secondo sono io e terzo Alfio, quarto Titti,quinto Renzo, sesto il Comandante,settimo Giuseppe.

 

Sciggnoria hanno alzato il segnale di Classe: adesso Principe non deve arrivare davanti neppure di una barca se no siamo fritti! Quindi dobbiamo stare attenti lui è veloce ma anche Tu non è che scherzi.

Parto sottovento trenta metri a Fabio, bravissimo nel prendermi il sopravvento, ma il vento è ruotato a ponente e oscilla leggermente e sono libero dalla sua marcatura.

Scignoria sai cosa facciamo? Lui non ci lascia andare da soli e ci segue sopravvento e noi lo portiamo mure a sinistra in mezzo al mare. Tu fai fumo mure a sinistra e io cerco di farTi correre : Lo conosco da anni è un bravo steccatore ma - come tutti gli abili steccatori - se sbaglia una steccata con l’ ondina di prua, noi scappiamo.

 Ti   prometto di non voltarmi e di non guardarlo di stare attento … ma Scignoria vai come vai Tu….!!

Un’ onda un’ altra ancora poggio e riorzo con delicatezza sento che vai, ora mi volto un attimo, dai Scignoria, Principe sta picchiando nell’ onda e con il filo di corrente ora incomincia a scadere…

Lui gira mure a destra e anche noi gli andiamo dietro mure a destra: dai, se rivira, siamo di pocodavanti. Rivira mure a sinistra e anche noi leggermente sottovento a Lui ci mettiamo mure a sinistra………e scarichiamo di nuovo tutta la velocità possibile

Riviriamo mure a destra per andare sicuramente in boa, perdendo qualche metro per essere certi di prenderla , ma siamo davanti uno.due…quattro scafi..!

In poppa stramba lui, strambiamo noi: Principe è veloce ma stavolta deve passarci sopra!!!

Hanno ridotto alla boa si finisce…. dai Scignoria un’ ultimo sprint dai facciamo felice la Tay!!

Scignoria è fatta per due scafi…ecco la sirena!.

Bravissimo Fabio che con lo scarto del sesto nella prima regata avrebbe vinto!

Terzo è Titti con il bellissimo Karmasutra che consolida il terzo posto in classifica generale, quarto è Stefano, quinto Fabio M, sesto Renzo.

Da segnalare il settimo posto di Anna Guglielmetti, che sola in barca, migliora regata dopo regata: bravissima!

Al rientro ci attendono trenette alla Ligure e pasticcini e alla premiazione è doveroso il caloroso ringraziamento da parte di tutti al Circolo Nautico U.Costaguta, al Presidente e ai Dirigenti.

Oltre che la ottava edizione del trofeo il Circolo meriterebbe l’ assegnazione di una Nazionale tenendo altresì conto che a Voltri in certi mesi il vento viene giù dal Turchino…

Siamo certi però che il calore e la spontanea disponibilità di questo circolo unita a un po’ di fortuna nelle condizioni meteo renderebbero questo campo di regata uno dei più apprezzati dai dinghysti di tutta Italia.

Ho regatato dopo quarantaduei anni su una Dinghy in legno.

Al di là della cronaca e del mio interloquire con Scignoria, che forse mi classificherà tra i futuri ospiti del vicino Centro di Cogoleto, ho voluto in questo modo intenzionalmente sottolineare la sensazione fantastica che ho avuto timonando una barca in legno.

Il rumore, il passaggio sull’onda, la regolazione delle vele con un rig che è più flessibile, è stato fantastico…la barca la sentite molto di più di una barca moderna!

E’ una esperienza che consiglio  ad altri regatanti dei dinghy.

Se potete fatevi prestare una barca: ne vale veramente la pena!

Le regate sono combattute ma mi sono parse- forse per la presenza di scafi in legno ma non credo che in definitiva il motivo sia quello - molto più corrette.

Mai un ingaggio in boa dove c’era bisogno di chiedere acqua, forzature negli incroci….

Un grazie oltre che alla Giuria e al Circolo Ugo Costaguta e a miei avversari Il Comandante, Giuseppe e Filippo,Renzo,Pino, Alfio,Titti,Stefano, Anna…. e in particolare ai due Fabi ( Fossati e Mangione ) con cui o avuto in poppa e in bolina dei testa a testa sempre correttissimi.

Mi sono proprio divertito.

Alla sera rientro al box di Rapallo con la pelle di daino passo ancora una volta Scignoria.

Scignoria è una carezza! Sai voglio chiedere alla bellissima ragazza bruna se esaudisce un mio desiderio: forse non capirò mai il perché, ma vorrei tanto farTi correre mure a dritta come mure a sinistra……

Ciao arrivederci!

Ps: Scignoria era un termine di rispettoso saluto o alternativamente una esclamazione per sottolineare qualcosa di veramente fuori del comune, di meraviglioso! Io propendo per la seconda interpretazione.

VINZ

 

<< Indietro


 


HOME - IL CLUB - LE REGATE - ALBO D'ORO - LE NEWS - FOTOGALLERY - CONTATTI - LINKS - ISCRIZIONI - SITEMAP

Doctorfinder

Casa del Mare - Calata Porto, 20 - 16038 Santa Margherita Ligure (Genova) - Tel./fax +39 0185 280485 - P. IVA 01418290993 -

copyright © 2007.› tutti i diritti riservati - engineering by Technosoft